Select Page
Nuovi mercati con l’e-commerce

Nuovi mercati con l’e-commerce

Lo shopping online fa ormai parte del nostro vivere quotidiano: le cifre parlano chiaro, evidenziando la continua crescita di questo mercato. Nel solo 2017 infatti ben 1,77 miliardi di persone hanno fatto acquisti online.
L’e-commerce offre dunque alle imprese l’opportunità di conquistare nuovi mercati e clienti. Per avere successo nel commercio elettronico sono indispensabili una giusta piattaforma di vendita, una valida strategia di marketing e una buona progettazione dello shop online. Conoscendo inoltre il quadro giuridico e fiscale dell’e-commerce, gli imprenditori potranno muoversi più velocemente su questo mercato in costante espansione.

IDM Alto Adige e la Camera di commercio di Bolzano organizzano per questo una giornata di consulenza sull’e-commerce. Nel corso di conferenze e workshop consulenti ed esperti presenteranno ai partecipanti le possibilità che può offrire il commercio elettronico. Inoltre, grazie a consulenze individuali gratuite, i partecipanti potranno fare domande su diritto e tassazione, marketing, logistica ed esportazione.

(c) Divulgazioni di origine Camera di commercio di Bolzano

(c) Imagini Pixabay

Seminario di impulso privacy

Seminario di impulso privacy

Il nuovo regolamento UE sulla protezione dei dati è qui

  • Data: lunedì 28 maggio, dalle 15:00 alle 18:00
  • Relatore: Maurizio Reggiani – Reggiani Consulting Gmbh

Contenuto

  • introduzione
    – Perché il GDPR? – Chi è?
    – Cosa c’è di nuovo?
  • Concetti di base
    – dati personali
    – Elaborazione
    – Principi di trattamento lecito
    – Quali dati personali vengono elaborati dai fornitori di servizi IT e Internet? – Esempi
  • Role Responsible (titolare) – Role Processor (responsabile) – Quale ruolo svolgo nell’elaborazione?
    – Hosting di esempio
    – Esempio di backup dei dati
  • La sicurezza durante l’elaborazione
    – Questo vale sinora
    – Cosa si applica in futuro?
    – Chi è responsabile per la sicurezza?
    – Approccio basato sul rischio alla progettazione della sicurezza, analisi dell’impatto sulla privacy: quali standard di sicurezza esistono? Quali standard possono essere utilizzati?
  • Misure pratiche
    – Quale misura può, dovrebbe, devo implementare?
    – Proposta di misure tecniche minime in dettaglio
    – La responsabilità nella selezione dei fornitori
    – Gli amministratori di sistema – una figura importante
    – Obbligo di registrazione per violazioni dei dati
    – Linee guida pratiche per l’implementazione, nulla funziona senza documentazione
  • Partecipanti domande
  • Argomenti legali
    – Lettera informativa e dichiarazione di consenso – Informativa sulla privacy sul sito
    – La directory della procedura
    – Elaborazione dei dati in paesi terzi
    – contratti per l’elaborazione degli ordini
    – Diritto di dimenticare (cancellazione)
    – DPO
    – sanzioni

(c) Divulgazioni di origine HDS-Unione

(c) Imagini Pixabay

Il nuovo obbligo per la fatturazione elettronica

Il nuovo obbligo per la fatturazione elettronica

Evento informativo dal 19.04.2018

Programma:
Dal 1 ° gennaio 2019, la fatturazione elettronica diventerà obbligatoria per tutte le società in Italia. che devono presentare le loro fatture in formato elettronico non solo agli enti pubblici ma anche alle imprese e ai privati. Per alcune società, l’obbligo è già entrato in vigore il 1 ° luglio 2018.

In questo evento gratuito, è possibile conoscere le nuove normative e il loro impatto sui processi amministrativi dell’azienda. L’esperto coprirà tutti gli aspetti essenziali della fatturazione elettronica e dell’archiviazione digitale.

• Il nuovo obbligo di fatturazione elettronica
• Fatturazione elettronica: come cambia il processo di fatturazione?
• Archiviazione e archiviazione conforme agli standard di documenti digitali
• Soluzioni IT per fatturazione, archiviazione e archiviazione
• Passi significativi per la tempestiva transizione alla bolletta elettronica
• Rispondere alle domande dei partecipanti

Docente:
Günther Sigmund, pluriennale esperienza lavorativa presso diverse aziende, consulente per piccole e medie imprese specializzato in controllo di gestione, analisi di bilancio e business plan.

(c) Divulgazioni di origine Camera di commercio di Bolzano

(c) Imagini Pixabay

Siamo al Digital Day

Siamo al Digital Day

Manifestazione informativa e workshop Venerdì, 11 maggio 2018
MEC Meeting & Event Center, Fiera Bolzano

La trasformazione digitale è inarrestabile, e incide profondamente sulle attività di molte imprese. Grazie all’utilizzo di strumenti digitali è possibile realiz zare prodotti in modo intelligente, rendere più efficienti i processi e creare modelli aziendali innovativi.

Si informi sulle opportunità offerte dalle nuove tecnologie digitali e su come applicarle nella Sua azienda e sarà pronto per affrontare il futuro!

ore 10.00

Benvenuto
Michl Ebner, Presidente della Camera dicommercio di Bolzano
Armin Hilpold, Presidente di Fiera Bolzano
Digital Maturity
Sabine Berghaus, Coordinatrice dello studio “Digital Maturity &Transformation“ dell’Università di San Gallo
Competenze digitali
Giulio Xhaet, Digital Strategist &Senior Consultant in Newton Spa
Discussione e scambio di esperienze
ore 12.30 – Aperitivo

Workshop nel pomeriggio

ore 14.00

Produzione 4.0: vantaggi fiscali (Sala Schlern 1)
Johannes Brunner, Coordinatore IDM Alto Adige (lingua tedesca)
E-Commerce: le basi del commercio online (Sala Schlern 2)
Klaus Psenner, Amministratore delegato Ecom Srl (lingua tedesca)
ore 15.00

Automazione e Industria 4.0: esempio best practice (Sala Schlern 1)
Robert Pohlin, titolare Elpo Srl (lingua tedesca)
Digital Path: organizzazioni Flat? (Sala Schlern 2)
Luca Ceriani, Chief Digital Officer, Alperia Spa (lingua italiana)
ore 16.00

Servizi digitali per imprese: SUAP (Sala Schlern 1)
Marta Melani, Project Manager, Ripartizione Informa­tica della Provincia Autonoma di Bolzano Luca Filippi, Vicesegretario generale della Camera di commercio di Bolzano (lingua italiana)
Processi aziendali digitali (Sala Schlern 2)
Lukas Hofer, Project Managere Solution Architect, Systems Srl (lingua tedesca)

(c) Divulgazioni di origine Camera di commercio di Bolzano

(c) Imagini Pixabay

Privacy: attenzione, dal 25 maggio in vigore le nuove regole

Privacy: attenzione, dal 25 maggio in vigore le nuove regole

Pubblicato da HDS-Unione il 11.04.2018
Il Regolamento europeo 679, approvato nel maggio 2016, si attiva definitivamente con il 25 maggio 2018. Conosciuto come GDPR 679/2016 ha valenza su tutto il territorio europeo e stabilisce le regole per il trattamento dei dati personali dei cittadini europei rivolgendosi a tutti quanti trattano dati dei suoi cittadini.

L’Unione per aiutare i propri associati a gestire questa complessa materia ha una partnership con la società Reggiani Consulting srl di Bolzano, specializzata in ambito Privacy e trattamento dati dal 2007.

In concreto ogni azienda, ogni struttura è tenuta a:
redigere un “Registro dei Trattamenti” che raccolga la descrizione dei dati trattati, delle misure di sicurezza predisposte per la tutela dei dati personali nonché l’individuazione delle figure interne ed esterne coinvolte nel trattamento
organizzare tutti le informative e i relativi consensi al trattamento dati WEB compreso
definire tutte le autorizzazioni interne al trattamento dati
definire tutti i rapporti con i responsabili esterni del trattamento
valutare se procedere alla nomina di un “Responsabile della Protezione dei Dati” (DPO-Data Protection Officer) ovvero se le attività di trattamento effettuate ne impongano la nomina così come prescritto dal Regolamento Europeo o in alternativa delineare le ragioni che hanno o meno portato alla nomina di tale figura professionale
stabilire le procedure e i passaggi finalizzati a conoscere, evitare ed eventualmente notificare le violazioni dei dati personali (Data Breach)
stabilire delle procedure finalizzate all’analisi dei rischi inerenti il trattamento dei dati

I due anni sono prossimi alla scadenza: entro il 25 maggio 2018 dovrà essere completato il percorso d’adeguamento. Voi a che punto siete?

Ma io, ricado in questo GDPR? Scoprilo rispondendo a queste domande:

Riguardo alla vostra organizzazione
Sapreste indicare quali e quanti dati personali vengono gestiti dalla vostra organizzazione? Ritenete che alcuni di essi siano di tipo particolare? (relativi alla salute, a iscrizione al sindacato, trattenuta di un quinto dello stipendio…)

Riguardo ai vostri collaboratori
Avete fornito a tutti i collaboratori (dipendenti o meno) le informative sul trattamento dei loro dati personali? Avete ricevuto il consenso laddove necessario?
Nelle informative sono nominati eventuali soggetti terzi che tratteranno per vostro conto i loro dati?
Avete fornito delle linee guida a ciascuno di essi specifiche per le singole aree di attività che riguardino le modalità di gestione dei dati personali? Avete mai controllato se le hanno comprese o se le rispettano?
Quali procedure avete stabilito per l’assegnazione e la gestione degli account di posta, dei pc o di eventuali telefoni aziendali?
Avete mai effettuato una formazione specifica sul trattamento dei dati personali a tutti colori che trattano dati (anche semplici fatture, ordini, mail, ecc.) riferite a persone fisiche?

Riguardo alle società esterna di fornitura di servizi informatici, di consulenza ecc.
Avete definito chiaramente le responsabilità nel trattamento dei dati personali da voi comunicati per lo svolgimento dei servizi?
Che garanzie avete ricevuto sulle modalità di trattamento dei dati effettuato dai vostri partner?
Vi siete preoccupati di definire cosa succederà ai vostri dati qualora decideste di cambiare partner o fornitore?
Per i vostri clienti e utenti
Quali dati richiedete al primo contatto? Sono tutti indispensabili per l’esecuzione dei servizi che proponete?
Ritenete di fornire tutte le informazioni sufficienti all’interessato per sapere che ne sarà dei dati che vi consegna? Vi siete preoccupati di gestire eventuali modifiche agli stessi (ad es. la residenza…)? Avete definito e comunicato all’interessato per quanto tempo intendete conservare i suoi dati?
Se vi venisse richiesto di eliminare completamente i dati personali relativi ad una persona fisica sui vostri sistemi o nei vostri archivi, sareste in grado di ottemperare alla richiesta? Anche nei Backup?

Marketing e newsletter
Le attività di marketing e di newsletter sono quelle che storicamente “richiamano l’attività del Garante Privacy” in quanto molto speso effettuate senza tenere conto di informative e consensi.

Sito web
Il sito web, come strumento di comunicazione è soggetto a molti provvedimenti del garante, deve essere corredato dalle informative relative ai trattamenti dati, ai cookie, ai riferimenti che rendono perfettamente riconoscibile il titolare dei trattamenti.

Inoltre ricordatevi che anche la videosorveglianza è un sistema che tratta dati (immagini) di persone fisiche, quindi è soggetta al GDPR.

Se a questo punto vi siete resi conto che qualcosa non quadra ricordate che dal 25 maggio in avanti la responsabilità nella gestione dei dati ricade totalmente sulla vostra organizzazione.

(c) Divulgazioni di origine HDS-Unione

(c) Imagini Pixabay

× Kann ich Ihnen helfen?